Cosa state aspettando a partecipare?Gabriele Ceracchini

Volevo far presente al gruppo che lo studio scientifico rivoluzionario sull’alimentazione fruttariana è cominciato da quasi un mese ma che per adesso si sono fatti avanti solo 24 partecipanti.
Abbiamo la disponibilità di medici e collaboratori importanti e ci è costato tempo e lavoro predisporre il tutto affinché possa avere rilevanza scientifica.
La domanda quindi è: CHE COSA STATE ASPETTANDO A PARTECIPARE??
Come ho già detto in tutte le lingue non è necessario essere fruttariani al 100%; basta aver voglia di sostenere il progresso scientifico ed il cambiamento globale!
Se pensate che basti mettere un like e/o postare la foto di una pizza fruttariana per sostenere questa causa siete fuori strada!!
Abbiamo bisogno della vostra partecipazione a questo studio altrimenti NON CAMBIEREMO MAI UN BEL NIENTE.
Dovete partecipare TUTTI ed anche aiutarmi a trovare persone onnivore che costituiscano il gruppo di controllo, sennò NON ANDIAMO DA NESSUNA PARTE.
Spero che sia molto chiaro e sappiate che non farò altro che ripeterlo da ora in avanti quindi se la cosa vi da fastidio potete anche abbandonare il gruppo seduta stante.
Prometto che nel minor tempo possibile faremo un’applicazione per smartphone e che compilare il formulario sarà sempre più facile e veloce, ma intanto, per favore, ADERITE ALLO STUDIO ed iniziate a fornirci il vostro contributo, oppure accettate l’idea di NON VOLERCI AIUTARE NELLA RICERCA DELLA VERITA’ E NEL REPERIMENTO DI PROVE A SOSTEGNO DELLE NOSTRE TESI.
Appena sarà possibile predisporremo delle ricompense (anche di natura economica) per chi partecipa allo studio ma comunque l’incentivo maggiore dev’essere la consapevolezza di dare un contributo fondamentale alla nostra iniziativa che è a favore del progresso scientifico, dell’etica, della salute e della sostenibilità ambientale!
IL MONDO NON SI CAMBIA DA SOLO, e nemmeno può bastare fare sempre e solo affidamento al contributo degli altri; SERVE IL CONTRIBUTO DI OGNUNO DI VOI!!!
NESSUNO ESCLUSO!!!
Mi aspetto numerose iscrizioni nei prossimi giorni, anche da parte degli onnivori che sono qui per curiosare e che possono partecipare allo studio SENZA CAMBIARE ALIMENTAZIONE per costituire il gruppo di controllo; oppure, vi prego, smettete di seguirmi ed uscite da questo gruppo.
Non sopporto che ci siano oltre 6 mila iscritti e così pochi partecipanti allo studio. E’ davvero frustrante ed ingeneroso.
Grazie.

LEGGETE BENE LE ISTRUZIONI E PARTECIPATE!!

Rothbard Murray – Contro la FED

Il caso contro la Fed è un libro del 1994 di Murray N. Rothbard che dà uno sguardo critico alla Federal Reserve degli Stati Uniti, al sistema bancario a riserva frazionaria e alle banche centrali in generale. Descrive dettagliatamente la storia della riserva frazionaria e l’influenza che i banchieri hanno avuto sulla politica monetaria negli ultimi secoli.

Rothbard sostiene che l’affermazione che la Federal Reserve è stata progettata per combattere l’inflazione è sofistica, che l’inflazione dei prezzi è causata solo da un aumento dell’offerta di moneta, e che poiché solo le banche aumentano l’offerta di moneta, allora le banche, compresa la Federal Reserve, sono l’unica fonte di inflazione. Lui scrive:
“A differenza dei giorni del gold standard, è impossibile che la Federal Reserve fallisca; detiene il monopolio legale della contraffazione (della creazione di denaro dal nulla) nell’intero paese.

. . . Trucchetto perfetto se puoi farcela!

FRUTTARISMO: IN ARRIVO IL PRIMO STUDIO SCIENTIFICO SUPPORTATO DA MEDICI

Il Fruitarian Study è uno epidemiologico e clinico sul Fruttarismo.
Vengono raccolti dati forniti spontaneamente da volontari che hanno deciso di partecipare.

Le persone dovranno compilare dei formulari giornalieri dove riporteranno le loro abitudini alimentari e il loro stato di salute in relazione all’assunzione o all’eliminazione di determinati alimenti o categorie di alimenti.
Al momento sono un centinaio le adesioni ma lo studio è appena all’inizio.

Cosa fare per partecipare allo studio scientifico sul Fruttarismo?

Lo studio è aperto a tutti, a prescindere dallo stile alimentare e dall’età.
Per prendere parte come volontario è necessario presentare degli esami del sangue preliminari in modo che i medici del team possano monitorare la variazione dei paramentri ematici con il cambio di alimentazione.
Importantissimo: non verrà imposto a nessuno di cambiare alimentazione se non lo vorrà.
Ognuno sceglierà liberamente come continuare a nutrirsi, se abbracciare il Fruttarismo oppure no

Anzi, come specifica l’ ideatore Gabriele Ceracchini, è importante che ci siano sia persone fruttariane sia persone vegane e onnariane in quanto, così, sarà possibile verificare come, a parità d’istruzione e classe sociale, lo stato di salute cambi in relazione all’alimentazione.

Com’è strutturato il Fruitarian Study?

Lo studio durerà 20 anni ma si valuteranno i risultati ogni anno.
Ogni anno i volontari ripeteranno le analisi ematiche e i risultati verranno pubblicati.
Ovviamente dietro questo importante studio vi sono anche medici e scienziati: il Dottor Vasco Merciadri e la Dott.ssa Michela De Petris analizzeranno le variazioni dei parametri ematici; mentre il chimico e fisico Leonardo Ferrandino, consulente nell’impostazione dello studio, si occuperà dell’analisi statistica dei dati.

Scopo dello studio scientifico sul Fruttarismo

Lo scopo di uno studio così innovativo e fuori dal comune è semplice: sfatare dei miti comunemente accettati nel campo dell’alimentazione.
Sottoporre al vaglio scientifico le ipotesi, scoprire come stanno le cose per promuovere, sempre e comunque, la salute e il benessere.

I promotori del Fruitarian Study, a tal scopo, a partire dalla Primavera 2019, saranno impegnati in un tour di conferenze in giro per l’Italia per parlarne e invitano il mondo scientifico e accademico ad un sereno confronto, ad aprire il dialogo.

In cosa consiste il Fruttarismo

Per chi non fosse esperto in materia di Fruttarismo, ecco un piccolo ripasso.
L’ alimentazione fruttariana prevede il consumo di:
– frutta dolce (mele, pere, pesche, banane, platano, etc…)
– frutta dolce essicata (datteri, carrube)
– frutta grassa (avocado, olive, olio extra vegine di oliva)
– frutta ortaggio ( pomodori, cetrioli, melanzane, peperoni, zucchine, zucca, fagiolini, piattoni, capperi)

Non sono ammessi:
– carne, pesce, uova, latticini;
– cereali;
– legumi;
– frutta secca;
– miele, zucchero e dolcificanti in generale;
– ortaggi che non sono frutta ortaggio.

La giornata “tipo” prevede: mela a colazione; frutta dolce a pranzo e frutta ortaggio e frutta grassa a cena. i tratta di uno stile alimentare molto sano e completamente privo di glutine, perfetto anche per chi è celiaco.
Non prevede di pesare gli alimenti, si mangia solo e unicamente in base al proprio naturale appetito che, giorno dopo giorno, mano a mano che il fisico si depura dalle scorie, i regolarizza automaticamente.
Per consultare un’ampia gamma di ricette carpotecniche (cioè che, con la sola frutta, riproducono i piatti tradizionali) è possibile visitare il blog https://fruttarismocarpotecnia.blogspot.com/

[FONTE]