Mad Mike… si è rotto il razzo, terrapiattista che voleva lanciarsi nello Spazio

Mad Mike non c’è l’ha fatta di nuovo: non è riuscito a lanciarsi per un problema tecnico al suo razzo fai dai te. Voleva dimostrare che la Terra è piatta

(Foto: madmikehughes.com)
(Foto: madmikehughes.com)

Mad Mike, l’uomo che vuole dimostrare che la Terra è piatta lanciandosi nello Spazio, ha fallito di nuovo. Il lancio che aveva programmato per il 3 febbraioscorso non sarebbe avvenuto in quanto il suo razzo fai da te non è riuscito a spiccare il volo.

In un video appena pubblicato suYouTube, infatti, Mad Mike ha spiegato che il fallimento di sabato sarebbe il risultato di un problema tecnico del razzo (un pistone difettoso o di un o-ring saltato), ma che i dettagli rimarranno poco chiari fino a quando il razzo non si raffredderà e lui lo aprirà per esaminarlo nel dettaglio.

Mad Mike avevano dichiarato a fine gennaio sulla sua pagina Facebook di aver programmato un nuovo lancio nello Spazio per il 3 febbraio con l’obiettivo di mostrare al mondo che la Terra è piatta. Ricordiamo, inoltre, che l’ultima volta non era andata troppo bene: Mike, sessantunenne autista di limousine, a novembre scorso aveva già dovuto rinunciare alla sua impresa, dopo che il Bureau of Land Management, un’agenzia del Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti che si occupa della gestione di terreni pubblici, gli aveva impedito di utilizzare per il suo volo i terreni pubblici ad Amboy, in California, mandando in fumo i suoi folli piani.

un’agenzia del Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti che si occupa della gestione di terreni pubblici, gli aveva impedito di utilizzare per il suo volo i terreni pubblici ad Amboy, in California, mandando in fumo i suoi folli piani.

Per evitare di incappare nel divieto delle autorità, l’uomo aveva così annunciato di volersi lanciare in verticale, anziché in orizzontale. Il che, secondo lui, gli eviterà di sconfinare nella proprietà pubblica e finire nei guai del governo americano.

Il piano di Mad Mike, nonostante i ripetuti tentativi, rimane sempre lo stesso: salire a brodo del suo razzo fai da te che avrebbe accelerato fino a una velocità massima di 800 km/h e viaggiato a circa 1,6 chilometridal sito di lancio, portandolo nell’atmosfera e consentendogli di fotografare dallo Spazio il nostro pianeta, a suo parere piatto.

Peccato che per osservare la curvatura della Terra bisognerebbe salire fino a circa 10mila metri di altitudine, quota certamente non raggiungibile con i mezzi che ha a disposizione l’uomo.

In quest’ultimo video, l’uomo ha comunque fatto capire che non vuole ancora mollare e che il lancio potrebbe essere programmato nuovamente in questa settimana.

[FONTE : ]