L’INCREDIBILE INGANNO DEL PULIRE LA CASA

(cit.)

Sapevate che secondo uno studio pubblicato da The Lancet l’inquinamento indoor è causa di 4 milioni di decessi all’anno?
E che quasi 800 milioni di persone rischiano di contrarre asma, polmonite o tumore del polmone?
Sapevate che un report del 2014 dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha denunciato che il 90% degli avvelenamenti accidentali avviene dentro casa e la metà dei decessi di bambini sotto ai 5 anni è dovuta alle malattie respiratorie legata all’inquinamento indoor?
Inoltre, sempre secondo l’Oms, esisterebbe un rapporto diretto anche tra inquinamento dell’aria domestica e malattie cardiovascolari.
Ciliegina sulla torta, molte sostanze presenti nei prodotti per pulire casa sono classificate come interferenti endocrini.
Cosa significa?
Che alterano la normale funzionalità ormonale dell’apparato endocrino, causando effetti avversi come obesità, diabete, tumori ormono-sensibili nelle donne, cancro alla prostata nei maschi, patologie tiroidee e dello sviluppo neurologico e neuroendocrino, alterate capacità riproduttive (The Endocrine Society).
Anche a causa di queste sostanze il numero degli spermatozoi dei giovani è crollato: oggi in Italia un ragazzo su 3 è a rischio infertilità e la sterilità maschile è raddoppiata in 20 anni.
Senza contare che 30 milioni di persone, tra Europa e USA, sono malati di Sindrome Chimica Multipla (MCS), malattia caratterizzata dall’intolleranza alle sostanze chimiche ambientali, malattia che può portare anche alla morte.

Pensate a quante sostanze tossiche vengono utilizzate dentro casa: anticalcare, sgrassatore, pulisci vetri, forno, pavimenti, ammorbidente, brillantante, candeggina, smacchianti, sbiancanti ottici, e chi più ne ha più ne metta.
È davvero sconcertante pensare come siano riusciti a farci credere che prodotti altamente tossici e dannosi per la nostra salute e per l’ambiente siano invece salutari e indispensabili.

PERCHE’ PULIRE?
Perché è bello vivere in un luogo pulito, certo! Ma, soprattutto, perché è sano. Ci insegnano che la salute è una questione di igiene. Del resto l’igiene (una parola che deriva dal greco e significa sano, salutare, curativo) è proprio il ramo della medicina che tratta le interazioni tra l’ambiente e la salute umana. E noi ci teniamo alla nostra salute e a quella dei nostri cari! Giusto?
Bene, sappiate però che la maggior parte dei prodotti per le pulizie domestiche non solo non tutelano la salute ma, al contrario, fanno irreparabili danni al nostro organismo.

IN DIFESA DEI BATTERI
Sempre più ricerche sostengono che proprio a causa della guerra ai microbi degli ultimi decenni, il microbioma occidentale si sia impoverito talmente tanto da perdere molti dei batteri utili con il conseguente aumento di allergie, abbassamento delle difese immunitarie e moltiplicazione di diverse patologie (BioFrontiers Institute, Università del Colorado).
Questi microrganismi, infatti, sono determinanti nello svolgere molte funzioni vitali come i processi di digestione e assimilazione degli alimenti, la produzione di vitamine, l’eliminazione di tossine.
E infine, udite udite, questi esserini agiscono anche sul nostro peso, il nostro umore e il nostro carattere.
Insomma, di motivi per lasciare sugli scaffali tutti i vari prodotti che si fregiano di essere il “Numero uno contro germi e batteri” ce ne sono parecchi e non riguardano solo la nostra salute.
Infine, tutte queste sostanze hanno un impatto gravissimo anche sull’ambiente esterno.
Mari, fiumi e terreni sono invasi da tensioattivi, additivi sintetici, microgranuli, petrolati, formaldeide e molte altre sostanze tossiche, con tutto ciò che non consegue: per gli animali che vi abitano ma anche per l’uomo che se ne ciba o che utilizza quell’acqua e quella terra per coltivare.

PULIRE SENZA SPORCARE IL MONDO SI PUO’ !
Le nostre mamme e le nostre nonne lo hanno sempre saputo e sempre fatto.
Per avere una casa perfettamente pulita e sana bastavano pochi prodotti, per lo più naturali: bicarbonato, acido citrico, limoni, percarbonato, aceto, acqua e un po’ di olio di gomito si può fare quasi tutto, in poco tempo e con un risparmio economico davvero notevole.

Per chi in questo momento sta storcendo il naso pensando che l’aceto puzza e sicuramente il percarbonato non profuma, il mio consiglio è quello di provare prodotti super-ecologici, oggi facilmente reperibili nei negozi bio.
Io lo faccio con grande soddisfazione da tanti anni…