Baza docet

C’è una sorta di lotta intestina (in tutti i sensi) nei vari movimenti: Vegani, Fruttariani, Digiunisti, Igienisti ecc ecc…
Ognuno crede che il proprio Modus Operandi sia il migliore…
In realtà non è la frutta o la verdura o il digiuno che danno risultati straordinari, ma la conseguente mancata introduzione di schifezze nel breve o lungo periodo.
I problemi di salute spesso vengono dal sovrappeso e dalle tossine accumulate nel tempo, in seguito alla costante ingestione di prodotti animali, farine e prodotti industriali …
Ebbene, cosa fanno i digiuni o la frutta?
Evitano l’introduzione di nuovo cibo non adatto all’essere umano e inducono l’auto-pulizia del corpo che espelle grassi e tossine …
La persona si rigenera: nessun miracolo, solo una logica conseguenza.
Il digiuno può però presentare due problemi:
– malesseri per la mancanza di nutrienti dall’esterno e soprattutto per le rapide crisi eliminative delle sopracitate scorie
– mancata rieducazione alimentare che, dopo il digiuno, porta il soggetto a mangiare nuovamente quei cibi deleteri (a volte anche con foga vista la forte restrizione calorica)

Prediligo per questo la scelta di un percorso che tenda al raggiungimento di un’alimentazione Fruttariana, nel rispetto dell’anatomia e della fisiologia umana (l’essere umano ha da sempre una struttura anatomica tipica del frugivoro) e che comporti l’introduzione di tutti i nutrienti nel giusto equilibrio (bilanciando tra frutta dolce, grassa e ortaggio e quindi carboidrati, lipidi, proteine, vitamine, sali e altro) che porti l’individuo ad avere il massimo della vitalità e dell’energia e porti a ridurre al minimo le possibilità di compromettere la propria salute.