Happiness is real only if shared

Viviamo in un’epoca che ha una forte tendenza solipsista.
Ci “vogliono” inculcare che la felicità sia da soli, dell’individuo e che per niente al mondo dipenda dagli altri.

Lo trovo, da sempre, profondamente falso.

Partendo dal presupposto che siamo creature sociali, a mio avviso la felicità vera è solo quella che otteniamo dalla connessione di noi stessi agli altri. Non solo amorosa, ma anche amicale, familiare.

Sul tema è davvero interessante il film “in to the wild”

A mio avviso illudersi di potersi bastare è un retaggio senza fondamento. Bisogna costruirsi al meglio, essere soddisfatti, avere una chiara immagine di se. Ma questo non porta la felicità. La felicità arriva nel momento in cui tutto questo lo doniamo a qualcuno, e quel qualcuno ci fa dono del proprio se.

Come dice Hegel, la nostra identità si rivela nel confronto con l’altro. Non esiste neanche identità senza confronto.

-Nazareno Rovella-

<<la felicità esiste solo se condivisa>>