Batteri patogeni?

I BATTERI PATOGENI e l’INFEZIONE BATTERICA, sono CONCETTI FALSI della medicina ufficiale che derivano dalla falsa teoria esogena dei germi del farmacista Louis Pasteur.

“Quale meraviglioso panorama si aprirebbe davanti ai nostri occhi – disse il Dr. GEORGE S. WEGER – se potessimo basare le nostre ricerche future sulla teoria secondo la quale gli ORGANISMI PATOGENI sono innanzitutto degli AMICI , NON dei NEMICI.”

Il Dr. GEORGE S. WEGER ha scritto: “I BATTERI, agevolano l’espulsione dei materiali indesiderabili liquefacendoli (trasformandoli, decomponendoli).
I materiali morbosi generati da questa attività (TOSSINE BATTERICHE), sono il SOTTOPRODOTTO della DISINTEGRAZIONE TISSUTALE piuttosto che un veleno virulento proveniente dalla malignità batterica.
L’ ATTIVITA’ BATTERICA, secondo questo punto di vista, è un ACCESSORIO CHE FACILITA IL RIGETTO DELLA SPORCIZIA AUTO-GENERATA.
LE TOSSINE BATTERICHE, sono prodotti dell’attività batterica, le loro caratteristiche vengono determinate dalle ABITUDINI ALIMENTARI del paziente.

Secondo l’IGIENE NATURALE:
1 Le malattie non sono causate da batteri, bacilli, germi o virus;
2 La malattia è lo sforzo del corpo per eliminare tossine, veleni, muco, rifiuti morbosi, materiali indesiderabili, ecc.

I BATTERI, sono i decompositori o trasformatori della Natura, essi MODIFICANO la loro FORMA e la loro FUNZIONE (produzione di enzimi) allo scopo di DISSOLVERE O RIDURRE qualsiasi FRAMMENTO di TESSUTO MORTO presente fino ai suoi ELEMENTI di BASE: ossigeno, idrogeno, carbonio.

Nel processo di decomposizione dei CORPI MORTI sulla SUPERFICIE TERRESTE, una parte del corpo viene liquefatta perché possa essere assorbita dal terreno e un’altra parte invece viene dissolta nell’aria attraverso i miasmi maleodoranti.

“I BATTERI, EFFETTUANO LA STESSA FUNZIONE NEL CORPO CHE QUELLA CHE SI ATTRIBUISCE LORO ALTROVE NELLA NATURA.”

Il Dr. H. M. SHELTON ha scritto:
“I BATTERI mangiano le cellule morte (non le cellule vive e sane) e le tossine e passano la materia digerita nella circolazione sanguigna per dare modo al corpo di eliminarle attraverso i reni.”
E’ questo il loro scopo

ANTOINE BECHAMP ha scritto:
“I BATTERI SI MOLTIPLICANO PER NEUTRALIZZARE L’ AUMENTATA QUANTITA’ DI TOSSINE, CAMBIANDO ANCHE LA LORO FORMA E LA LORO FUNZIONE.

I batteri cambiano di quantità, di qualità (tipologia, forma) e di funzione, quando cambia la quantità e la qualità (tipologia) delle tossine da trasformare, così da poter far fronte alla nuova situazione, per dare al corpo la possibilità di disintossicarsi.

In pratica, I BATTERI intesi come INTERMEDIARI nel PROCESSO di MALATTIA, che danno la possibilità al corpo di disintossicarsi.

L’ECCESSIVO dei BATTERI, è in relazione con l’ECCESSIVO SVILUPPO o ACCUMULO delle TOSSINE, perché i batteri sono sempre tanti quante sono le tossine o materiali indesiderabili da trasformare, visto che nascono da essi.

ANTOINE BECHAMP ha scritto che “TUTTE le FORME BATTERICHE nascono dai MICROZIMI presenti nelle cellule di ogni essere vivente e di ogni sostanza organica.”

PIU’ TOSSINE CI SONO, PIU’ BATTERI CI DEVONO ESSERE.

IL SOTTOPRODOTTO DELL’ ATTIVITA’ BATTERICA, è da questo punto di vista, la giusta o essenziale trasformazione, senza la quale, i materiali indesiderabili non potrebbero essere eliminati da qualsiasi ambiente.
SENZA ESSERE TRASFORMATI DAI BATTERI, i corpi morti non potrebbero essere eliminati dalla superficie terrestre.
SENZA ESSERE TRASFORMATI DAI BATTERI, le cellule morte, le tossine, i veleni, i rifiuti morbosi, i materiali indesiderabili ecc., non potrebbero essere eliminati dal nostro corpo.

Le TOSSINE TRASFORMATE dai BATTERI sono quelle che entrano nella fase di eliminazione.
Sono quelle che molti igienisti chiamano DEIEZIONI dei batteri.
Sono quelle che il Dr. H. M. Shelton chiama MATERIA DIGERITA dei batteri.
Sono quelle che Valdo Vaccaro ha chiamato “I LORO RIFIUTI CORPOREI”(pag. 4 in”Cultura del contagio”)

I MATERIALI INDESIDERABILI, possono entrare nella circolazione sanguigna ed essere ELIMINATI attraverso gli organi di eliminazione SOLO DOPO ESSERE STATI TRASFORMATI DAI BATTERI.

LE TOSSINE BATTERICHE presenti nell’ACQUA degli ACQUEDOTTI delle CITTA’ EUROPEE colpite dalle GRANDI EPIDEMIE del PASSATO erano il SOTTOPRODOTTO della decomposizione o disintegrazione delle FECI e URINE presenti nell’acqua degli acquedotti, trasformate (digerite) dai batteri, e NON un VELENO VIRULENTO derivante dalla malignità dei batteri AGGIUNTO alle feci e alle urine.

Sono state le FECI e le URINE che hanno intossicato, fatto ammalare e morire, le persone nelle grandi epidemie del passato, NON i BATTERI.

———————————————————————————————–
Il Dr. H. M. Shelton scrive:
“I batteri cambiano forma secondo le necessità e i diktat dell’ambiente.
I batteri assumono forma e caratteristiche secondo la chimica del loro ambiente naturale. I BATTERI PROVENGONO, tutti da UNA SOLA UNITA’ (microzima, endobionte, somatide) e si modificano secondo il nutrimento, la temperatura, ecc. I cosiddetti BATTERI SPECIFICI, rimangono specifici solamente finché, il loro APPROVVIGIONAMENTO NUTRITIVO RIMANE SPECIFICO.

ROYAL RAYMOND RIFE ha confermato che attraverso un processo chiamato PLEOMORFISMO, (pleo = molti e morph = forma,) i batteri possono cambiare in lieviti, da lieviti a funghi, da funghi a muffe.
I microrganismi, come un batterio specifico, possono assumere più forme. Questo può essere un cambiamento di funzioni o di forma.

Il Dr. ROSENOW, era riuscito a provocare la trasformazione dello
STREPTOCOCCO nel PNEUMOCOCCO e viceversa, solo cambiando la sua l’alimentazione

Il Dr. REINMANN ha provato che, il MICROCOCCUS TETRAGENUS, per 4 anni, si era trasformato in 15 forme distinte, quando si era cambiato la sua
alimentazione.

Il Prof. ADAMI, forse il più grande patologo del suo tempo, nel 1918 scrisse che “tutti i batteri possono cambiare forma in base all’ambiente in cui si trovano”.

Il Dr. H. M. SHELTON ha scritto:
Bisogna capire che, c’è UN UNITA’ FONDAMENTALE DELLA VITA BATTERICA.
TUTTI I BATTERI sono i figli di una sola unità (microzima, endobionte o somatide), che vengono mandati nei loro rispettivi campi di attività a cambiare forma secondo la necessità e i diktat dell’ambiente naturale e quando la loro missione speciale è compiuta, assumono la loro individualità (microzima, endobionte o somatide), risalendo successivamente per la stessa strada che avevano preso nella prima fase della loro azione.

ALBERT MOSSERI’ scrive:
“I batteri, dopo aver trasformato le tossine, hanno raggiunto il loro scopo e si ritirano.”

ANTOINE BECHAMP ha scritto: Il BATTERIO, COMPIUTA L’ OPERA di decomposizione, TORNA alla sua forma iniziale di MICROZIMA (endobionte, somatide) e RIENTRA nel terreno dove è componente primario O TORNA nella natura dove lo si ritrova dopo milioni di anni.