La contraddizione, la gestalt, il conigliocigno

La contraddizione, la gestalt, il conigliocigno

Qualcuno ha detto, in passato, che il paradosso sarebbe l’ethos dell’uomo. Ma cosa significa davvero quest’espressione? Cosa e dov’è la vera vitalità se non nel movimento, nella costante dinamicità? Quando nel nostro cammino ci troviamo di fronte a un problema, siami sicuri che invece non si possa trattare di una grande opportunità? Questo breve libro di pensieri ha l’intento terapeutico di risvegliare, o quantomeno di ” smuovere” la vita del lettore, a partire, però, dalla sua dimensione mentale, dai limiti dei suoi ragionamenti e soprattutto dalla presa di coscienza di questa limitatezza. Potrebbe esistere un principio irrazionale alla base di qualsiasi altro processo esistente? Anche del più logico e matematico? La Vis Vitalis non è forse, allegoricamente, quell’improvvisata volontà e capacità di trasmutare il piombo in oro?