ValdoVaccaro- il fruttarismo…

Il fruttarianismo può essere inteso come una formidabile contromisura agli enormi errori di percorso che sta facendo la presente civiltà umana, basata com’è sulla ricerca spasmodica della sostanza nel materiale amidaceo dei cereali lavorati, nel materiale concentrato del cotto e del junk, nel materiale svezzante e muco-formante del latte, nel materiale proteico e cancerogeno delle carni e del pesce, nel materiale terroso delle troppe verdure.
Chi si attiene alla sua dieta logica e naturale, non ha bisogno di integrare e supplementare.
Chi si attiene alla sua dieta naturale, al carburante disegnatogli su misura dal Creatore, non ha bisogno di supplementazioni e di integrazioni, ovvero di stampelle chimiche e farmacologiche.
Chi sa prendere preziose energie dalla frutta, dall’aria, dall’acqua e dal sole, e sa usare il suo motore con criteri di selettività e di razionalizzazione energetica, non cade nelle micidiali crisi di fame che caratterizzano la generalità delle persone, portandole a commettere gli errori che ben sappiamo, portandole ad esagerare e vicariare con amidi cotti, con proteine cotte, con cibi spazzatura, con cibi salati e zuccherati, con bevande alcoliche, nervine e dolcificate.
Valdo Vaccaro

Antonio Zichichi: “Il Riscaldamento Globale è la più grande bufala di tutti i tempi” …E allora, che ci nascondono?

Antonio Zichichi – noto fisico e divulgatore scientifico italiano e professore emerito del dipartimento di fisica superiore dell’Università di Bologna – ci spiega perché secondo lui il riscaldamento globale evocato dagli scienziati sarebbe la più grande bufala di tutti i tempi.

“Proibiamo di immettere veleni nell’aria con leggi draconiane, ma ricordiamoci che l’effetto serra è un altro paio di maniche, e noi umani c’entriamo poco. Sfido i climatologi a dimostrarmi che tra cento anni la Terrà sarà surriscaldata. La storia del climate change è un’opinione, un modello matematico che pretende di dimostrare l’indimostrabile.

Antonio Zichichi, 85 anni, in una intervista a Il Mattino avverte: “Noi studiosi possiamo dire a stento che tempo farà tra quindici giorni, figuriamoci tra cento anni”. E poi si chiede Zichichi: “In nome di quale ragione si pretende di descrivere i futuri scenari della Terra e le terapie per salvarla, se ancora i meccanismi che sorreggono il motore climatico sono inconoscibili? Divinazioni”.

Lo scienziato spiega che “per dire che tempo farà tra molti anni, dovremmo potere descrivere l’evoluzione del tempo, istante per istante, sia nello spazio che nel tempo. Ma questa evoluzione si nutre anche di cambiamenti prodotti dall’evoluzione stessa. È un sistema a tre equazioni che non ha soluzione analitica”. Quindi, perché molti scienziati concordano sul riscaldamento globale? “Perché hanno costruito modelli matematici buoni alla bisogna. Ricorrono a troppi parametri liberi, arbitrari. Alterano i calcoli con delle supposizioni per fare in modo che i risultati diano loro ragione. Ma il metodo scientifico è un’altra cosa”.

“Occorre distinguere nettamente tra cambio climatico e inquinamento. L’inquinamento esiste, è dannoso, e chiama in causa l’operato dell’uomo. Ma attribuire alla responsabilità umana il surriscaldamento globale è un’enormità senza alcun fondamento: puro inquinamento culturale. L’azione dell’uomo incide sul clima per non più del dieci per cento. Al novanta per cento, il cambiamento climatico è governato da fenomeni naturali dei quali, ad oggi, gli scienziati, come dicevo, non conoscono e non possono conoscere le possibili evoluzioni future. Ma io sono ottimista”.

Fonte: http://www.liberoquotidiano.it/news/scienze—tech/11863436/Il-guru-Zichichi-smonta-le-eco.html

/FONTE/

FRUTTICULTURA 3.0

Se tutti capissero che bisognerebbe convogliare le energie verso la domesticazione degli alberi e li curassimo e vivessimo in simbiosi intelligente (senza escludere la tecnologia che ci permetterebbe di farlo in larga scala e di ottenere via via dei sistemi sempre meno impattanti e più semplificati) potremmo nutrirci finalmente nel modo ideale e saremmo ricchissimi per davvero. E impatteremmo quasi 0 sull’ambiente. Invece oggi siamo costretti alla povertà forzata a causa di due grandi piaghe universali : la cosiddetta zootecnia e la cosiddetta agricoltura, due forme fittizie di relazione naturale con l’ecosistema mondo, due forme di controproduzione devastanti e patologiche.

Sul caso Giampaolo

Cit. “allora ragassi, facciamo un pò di chiarezza su alcune cose inerenti il post di giampaolo, al quale post non ho potuto rispondere subito
perchè mi mancavano ancora MOLTISSIMI elementi della sua storia che mi sono dovuto andare a riprendere da tutta una poderosa mole di messaggi privati che giampaolo mi ha scritto proprio in questi ultimi anni e di cui non ricordavo nemmeno tantissimi dettagli.

giampaolo è una persona piuttosto timida per cui in alcuni aspetti effettivamente imbarazzanti essendosi confidato solo con pochi, ora essendo uscita solo una PICCOLISSIMA frazione di sua storia, e avendo giampaolo stesso chiesto ufficialmente che si dicesse TUTTA la VERITÀ, allora, anche per il bene delle persone, è TOTALMENTE DOVEROSO da parte mia riferire a tutti la VERA storia di giampaolo, che nemmeno io ricordavo bene e che quindi ho dovuto letteralmente riscoprire rileggendo tutti suoi messaggi,
storia che volevo pubblicare PRIMA del video di gabriele (di cui però ho saputo ormai praticamente in “diretta”) cosicchè anche gabriele stesso ne venisse a conoscenza ma, vista anche la mole di dati da gestire e riordinare, purtroppo non ho fatto in tempo.

alla luce di tutti i dati emersi, devo purtroppo constatare che ci sono stati
MOOOLTI PIÙ ERRORI di quello che ricordavo, sia in fase di transizione
che in fase “fruit”,
e purtroppo soprattutto
ERRORI ENORMEMENTE PIÙ GRAVI.

ora vediamo almeno alcuni di questi ERRORI:

PRIMO GRANDE ERRORE:

non conoscendo ancora 3M giampaolo ha iniziato la fase vegan non solo nel

PEGGIORE DEI MODI POSSIBILI

ma addirittura per DIVERSI MESI,
cosa MOLTO GRAVE specialmente se fatta per dover entrare poi in fase fruttariana:

cioè ACIDIFICANDO E OSSIDANDO TOTALMENTE L’INTERO ORGANISMO

a cominciare addirittura dalla fase catabolica mattutina con una

GRANDE QUANTITÀ DI FRUTTA ACIDA (soprattutto ARANCE e LIMONI)

e che spesso RIPETEVA pure DURANTE la GIORNATA
purtroppo senza conoscere nemmeno la necessità assoluta di ALCALINIZZARE
ed evitare
L’ENORME INTROITO DI ACIDO CITRICO
presente nell’ARANCIA in quantità addirittura 196 volte superiore a quella della mela,
e nel LlMONE PERSINO OLTRE 1200 VOLTE,
che è la
CONDIZIONE TOTALMENTE INDISPENSABILE PER POTER entrare in fase fruttariana
(e in base anche a TUTTI gli altri
GRANDI ERRORI che vedremo commessi
poi in fase fruit a NULLA poteva servire fare
DOPO ADDIRITTURA OLTRE DUE ANNI
solo poche settimane di tentativo di ricostruire con altro veganismo tutta la riserva alcalina persa e che come vedremo CONTINUAVA A PERDERE).

SECONDO GRANDE ERRORE:

non solo la fase vegan ma anche addirittura la sua prima fase FRUIT di DIVERSI MESI è stata

TOTALMENTE ACIDIFICANTE E OSSIDANTE

continuando ancora ad introdurre nel suo organismo
GRANDI QUANTITÀ DI ACIDO CITRICO
(ancora ARANCE e LIMONI)
a cominciare dalla DELICATISSIMA fase CATABOLICA mattutina e spesso OLTRE NELLA GIORNATA, e sempre non conoscendo la FONDAMENTALITÀ ASSOLUTA della ALCALINIZZAZIONE che va attuata anche con una certa impostazione giornaliera.

ALTRO GIGANTESCO ERRORE:

successivamente quando ORMAI AVEVA PERSO la quasi TOTALITÀ della sua INDISPENSABILE RISERVA ALCALINA nell’INTERO ORGANISMO conosce 3M,

TUTTAVIA ANCORA UNA TERZA VOLTA NON SEGUE ASSOLUTAMENTE la sua impostazione

e fa purtroppo PER LA TERZA VOLTA e stavolta PER ANNI

ESATTAMENTE L’OPPOSTO !!!!!!!!!!!

di QUELLO SU CUI 3M stesso invece INSISTE AL MASSIMO:
MAI INIZIARE la fase FRUTTARIANA SE PRIMA NON SI È RIALCALINIZZATO MOLTISSIMO L’INTERO ORGANISMO
anche per recuperare TUTTA la riserva ALCALINA PERSA soprattutto
con l’ACIDIFICANTISSIMA alimentazione onnariana precedente.
quindi

SALTA TOTALMENTE ANCORA UNA VOLTA
LA MASSIMAMENTE INDISPENSABILE FASE VEGAN-MDA.

iniziare la fase FRUIT E ADDIRITTURA PER MOLTO TEMPO in queste condizioni di riserva alcalina ORMAI quasi NULLA

È UNA SITUAZIONE DEVASTANTE per l’INTERO ORGANISMO,

e infatti i PRIMI SINTOMI
LI HA AVUTI IMMEDIATAMENTE !!!!!!
e ASSOLUTAMENTE NON DOPO ANNI,
infatti i PRIMI messaggi con L’UNICO SUO SINTOMO PRINCIPALE che lui definiva “fiato corto” risalgono addirittura a SETTEMBRE 2016!!!! cioè
APPENA ALL’INIZIO DEL PERCORSO FRUTTARIANO!!!!!
DOVE TUTTI ESATTAMENTE AL CONTRARIO STANNO ALLA GRANDE E MIGLIORANO anche ENORMEMENTE
LUI, PROPRIO PER EFFETTO DI QUESTA ENORME ACIDIFICAZIONE E OSSIDAZIONE PRECEDENTE, GIÀ AVEVA GLI STESSI IDENTICI sintomi che lo hanno poi portato a cambiare alimentazione,
questa è semplicemente una ennesima conferma che la frutta “non è stata progettata per controbilanciare TUTTI i danni dei decenni
di onnivorismo precedente” (ma è stata progettata semplicemente per NUTRIRE un organismo GIÀ BILANCIATO)
(ricordiamoci che anche in caso di variazione climatica come ad es nel nostro caso le glaciazioni ci hanno messo MOLTI MILLENNI per modificare il clima dello stesso ecosistema antropico, e MOLTI MILLENNI per scomparire stampando quindi nel nostro DNA una esigenza di GRADUALITÀ nelle modifiche specialmente alimentari, esigenza che tradotta nell’arco di una vita singola rende di conseguenza TOTALMENTE INDISPENSABILE UNA CORRETTA TRANSIZIONE VEGAN(MDA)

MOLTO ALCALINIZZANTE

che MODIFICHI COMPLETAMENTE TUTTO IL TERRENO ACIDO ACCUMULATOSI IN PROFONDITÀ IN TUTTI I DISTRETTI ISTOLOGICI dell’INTERO ORGANISMO).

ma purtroppo non è finita, tanto per peggiorare le cose subentra un

ALTRO GIGANTESCO ERRORE:

come sottolineava anche gabriele NON CI SI PUÒ STRASCICARE PER ANNI
SEMPRE LO STESSO SINTOMO (anche fosse piccolo come il suo) SENZA FARE DI TUTTO PER ELIMINARLO MENTRE AL CONTRARIO HA FATTO ANCORA UNA VOLTA

LA COSA PEGGIORE IN ASSOLUTO CHE POTEVA FARE:

NON HA DETTO A NESSUNO CHE AVEVA TOTALMENTE SALTATO LA
TOTALMENTE INDISPENDABILE FASE VEGAN-MDA
e HA DETTO QUESTA COSA PURTROPPO SOLO
DOPO ADDIRITTURA DUE ANNI !!!!!!!!
QUANDO ORMAI IL SINTOMO SI ERA TALMENTE CRONICIZZATO
che non potevano assolutamente più bastare poche settimane di mda-vegan a ristabilire con pazienza tutto l’equilibrio omeostatico ormai profondamente alterato in tutti i tessuti.

ora, tutto ciò detto fin qui costituisce già una sequenza di

ERRORI TRA I PIÙ GRAVI IN ASSOLUTO!!!!!

che si possono commettere in ambito fruit,
tuttavia purtroppo dopo aver riletto i suoi messaggi privati devo constatare che poi durante anche TUTTA la sua fase fruit ha commesso

ALTRI NUMEROSI GIGANTESCHI ERRORI
CHE SI SONO ADDIRITTURA SOMMATI
IN CONTEMPORANEA A TUTTI QUELLI GIÀ CITATI.
vediamoli.

ALTRO ENNESIMO ENORME ERRORE e MOLTO GRAVE:

purtroppo è abituato ad una masticazione TALMEMTE MINIMA da essere ADDIRITTURA quasi NULLA a tal punto che sia tre anni fa che il mese scorso SONO RIMASTO MOLTO IMPRESSIONATO DALLA ENORME VELOCITÀ
con cui riesce ad ingoiare GRANDI QUANTITÀ DI CIBO quasi SENZA MASTICARE (nella vita ho visto anche altre persone che praticamente non masticavano ma MAI così) tanto da costringermi a DIRGLI PIÙ VOLTE DI MASTICARE CIÒ CHE MANGIA E NON SOLO DI INGOIARLO, ma dopo pochi secondi ricominciava anche PEGGIO (cosa che in fase fruit ho visto essere MOLTO più accentuata in quanto nella sua vita usava quasi per NIENTE frutta e verdura ed era abituato alla masticazione di cibi più cotti e morbidi) e proprio anche da questo fatto cominciavano a catena praticamente TUTTE le conseguenze che notava: infatti una masticazione MINIMA comporta una deglutizione di frazioni di cibo con DIMENSIONE MOLTO MAGGIORE che protegge la loro parte interna dai succhi gastrici e che quindi passano nell’intestino quasi COMPLETAMENTE INDIGERITE provocando soprattutto

MOLTA FERMENTAZIONE
con conseguente produzione di
TANTE SOSTANZE TOSSICHE

CHE LUI LAMENTAVA anche nei messaggi quasi CONTINUAMENTE facendomi presente che

NON SOPPORTAVA IL FATTO CHE MOLTO SPESSO LE SUE FECI ERANO testualmente
“TROPPO PUZZOLENTI”,

E QUELLO CHE LO FACEVA IMBESTIALIRE È CHE QUESTO AVVENIVA non solo nel FRUTTARISMO MA ADDIRITTURA PURE NEL MELARISMO, RIUSCENDO CON LA MASTICAZIONE QUASI NULLA AD INNESCARE PERSINO LA FERMENTAZIONE DELLE MELE CHE ANCH’ESSA OVVIAMENTE PUÒ MANDARE ODORE FORTE.

questo finalmente spiega anche MOLTE ALTRE COSE: CON LA MASTICAZIONE QUASI NULLA
RIUSCIVA A PROVOCARE UNA FORTE DISBIOSI CON soprattutto ENORME FERMENTAZIONE, da cui la classica PRODUZIONE DI SOSTANZE MOLTO TOSSICHE che vengono ASSORBITE DALL’INTERO ORGANISMO specialmente col tempo portandolo ad una

AUTO-INTOSSICAZIONE INDOTTA

(che una volta è sfociata persino in FEBBRE, evento che invece il fruttarismo fatto BENE non sa nemmeno cosa sia) (infatti nei TANTI casi di INDIGESTIONE che poi vedremo spesso gli veniva la febbre che poi VOMITANDO gli passava), AUTO-INTOSSICAZIONE che col tempo è giunta anche alle vie respiratorie portandolo al suo sintomo saltuario di “fiato corto” e muco.

inoltre la poca digestione e la disbiosi determinano una DIMINUZIONE DRASTICA DELL’ASSORBIMENTO enterico dei nutrienti portando l’organismo anche all’esigenza sempre INDOTTA e SEMPRE MAGGIORE di VERE E PROPRIE ABBUFFATE che unite alla masticazione quasi NULLA facevano letteralmente ESPLODERE tutta la restante problematica.

ALTRO ENNESIMO ENORME ERRORE-DISASTRO:

ora ragassi, qui entriamo in alcuni dettagli che mi sarei volentieri risparmiato ma che, data la situazione, siamo costretti a conoscere, vista anche la sua stessa richiesta di VERITÀ.

purtroppo, per effetto di una masticazione quasi NULLA si genera MOLTO ritardo nel senso di sazietà, di conseguenza lui sottoponeva SPESSO il suo organismo a

MOLTISSIME ABBUFFATE

come diceva lui

“MANGIANDO ADDIRITTURA FINO A SCOPPARE”!!!!!!!

e sottolineava che erano TANTISSIME!!!!!!!

ma questa cosa PERSINO MOLTO RIPETUTA
È TALMENTE GRAVE che per comprenderla ancora meglio occorre leggere
un COPIA-INCOLLA DI UNO DEI SUOI TANTISSIMI MESSAGGI PRIVATI IN FASE FRUIT dove spiegava queste cose:

RIPETO, SUE PAROLE TESTUALI:

“Ma non sono state solo le ultime cene ma l’ACCUMULO di TUTTE quelle volte in cui ho MANGIATO FINO A SCOPPIARE!
E sono state TANTISSIME e alla fine mi è bastato RICAPITASSE ANCORA PER FAR CEDERE IL CORPO”

ora, da notare come lui stesso ha la sensazione di
ACCUMULO di questo problema
e come il RIPETUTO

“MANGIARE FINO A SCOPPIARE”

sia TALMENTE GRAVE che lo ha portato
ADDIRITTURA A DIRE DI SENTIRE
“CEDERE IL CORPO”!!!!!!!

ora questo NON è “fruttarismo”,
questo è un SUICIDIO.

ma purtroppo al PEGGIO non c’era fine:

ALTRO ENNESIMO ENORME ERRORE-DISASTRO:

invece di aumentare la masticazione come gli abbiamo sempre detto e quindi di evitare le ABBUFFATE “FINO A SCOPPIARE”, continuava a farle portando tutto ciò col tempo a

vere e proprie INDIGESTIONI

a tal punto che per LIBERARSI di almeno una parte di quell’ENORME fardello il povero organismo lo costringeva

ADDIRITTURA AD UN FORTE SENSO di NAUSEA ai limiti del VOMITO

ma anche questa cosa è TALMENTE GRAVE
che è meglio sentirla proprio dalle sue stesse parole:

altro COPIA-INCOLLA di un suo messaggio:

“In genere (da onnariano) dopo l’INDIGESTIONE (che GIÀ mi era CAPITATA) VOMITAVO
ma stavolta dopo dolori di stomaco non sono riuscito a VOMITARE
e l’ho assorbito perchè ho lo stomaco vuoto”

ora TUTTE queste ENORMI MASSE di cibo
prevalentemente non digerito, anche solo producendo soprattutto

ENORME FERMENTAZIONE

che sfociava poi nelle feci che LUI STESSO DEFINIVA “MERDACCIA PUZZOLENTE”

(determinando PERSINO in F2
TROPPO SPESSO ADDIRITTURA un pH MOLTO ACIDO CHE LUI LAMENTAVA MOLTISSIMO NEI MESSAGGI) purtroppo nel tempo hanno
PORTATO

L’INTOSSICAZIONE dell’INTERO ORGANISMO
A LIVELLI TALMENTE ALTI

CHE PERSINO IL SUO PETTO ERA QUASI COSTANTEMENTE MOOOLTO INTASATO DI MUCO!!!!!!!!!

e di conseguenza ERA ADDIRITTURA MOLTO ARRABBIATO SUL FATTO CHE NON RIUSCIVA A CAPIRE DA DOVE VENISSE TUTTO QUEL MUCO CHE SENTIVA PROPRIO NEL PETTO e che lo portava spesso al famoso sintomo di “fiato corto” (talvolta unito ad altri effetti collaterali) associato all’esigenza MOLTO FREQUENTE DI ESSERE COSTRETTO A
SCATARRARE MOLTISSIMO.

allora, anche se purtroppo nel rileggere i messaggi ho trovato MOLTISSIMI ALTRI ENORMI ERRORI di cui già avevo fatto un ELENCO MICIDIALE mi voglio fermare qua,
anche perchè basterebbe pure solo UN DECIMO di questi GRAVISSIMI ERRORI già citati per dire che questo non solo

È STATO ASSOLUTAMENTE L’OPPOSTO di un “fruttarismo” fatto BENE

ma addirittura uno dei
PEGGIORI ANTI-fruttarismi
che abbia mai analizzato in oltre 30 ANNI.

dunque una sequenza MICIDIALE di ERRORI ENORMI che, nonostante tutto, lo hanno portato ad avere come cosa fastidiosa principale solo un pò di saltuario “fiato corto”.

ora tutto questo si è unito ad un altro dato di fatto:
lui è stato allevato FIN DA PICCOLO (età in cui si assorbe TUTTO dall’ambiente soprattutto psicologicamente) con una alimentazione purtroppo a BASE principalmente proprio di prodotti ANIMALI, GRIGLIATE DI CARNE e quasi NIENTE frutta e verdura (persino la sua merenda abituale era ADDIRITTURA SALSICCIA bagnata col LATTE) e quindi quando ha visto dei video con dei ragazzi che mangiavano proprio quella che è stata DA SEMPRE LA SUA DROGA PRINCIPALE cioè la CARNE ha sentito una attrazione quasi “AFFETTIVA” (associata anche ai ricordi dell’infanzia in FAMIGLIA) tale che lo ha portato persino a negare le evidenze più BANALI, scivolando a rientrare nella sua TOSSICO-DIPENDENZA INDOTTA dalla sua infanzia.

inoltre per concludere il quadro ed avere almeno una minina comprensione della situazione attuale bisogna sapere perlomeno alcune ulteriori cose di base.

nonostante TUTTI gli ENORMI ERRORI commessi in fase fruit

ebbene GIÀ nella sua successiva fase “carnariana” iniziale il suo
STATO SALUTISTICO GENERALE
(che NON è costituito solo dalla percezione di un “singolo” sintomo che è OVVIO avesse per TUTTI gli ENORMI ERRORI, e che invece ANCORA OGGI NON È MAI SCOMPARSO)

È PEGGIORATO ENORMENTE.

vediamo SOLO alcuni aspetti:

già dopo alcuni giorni di “carnarismo” ha AVUTO UNA DECISA
FEBBRE !!!!!!
che lo ha portato ad una DEBOLEZZA ESTREMA TANTO CHE quasi NON SI REGGEVA IN PIEDI.

già questo DIMOSTRA CHE È UN IMPATTO CON UNA COSA ESTREMAMENTE TOSSICA.

NON SOLO:

sempre dopo alcuni giorni HA AVUTO
COLICHE ADDOMINALI
ASSOCIATE PERSINO A
DIARREA!!!!!!
SEGNO CHE LA DISBIOSI CE L’AVEVA SOPRATTUTTO proprio nel carnarismo
(e ovviamente cambiando sostanze tossiche CAMBIANO COMPLETAMENTE gli organi bersaglio da cui la leggera diminuzione del sintomo che tuttavia comporta un PEGGIORAMENTO ENORME dello stato salutistico generale soprattutto di TUTTI i vasi ematici vista la ben nota IPERCOLESTEROLEMIA ammessa dai carnariani stessi arrivando persino a difenderla).

NON SOLO:

la CARNE è TALMENTE TOSSICA
che come è cosa ormai ARCINOTA tra tutti i carnariani, il carnarismo porta ad una sintomatologia TRA LE PIÙ GRAVI IN ASSOLUTO CHE POSSANO ESISTERE PER L’INTERO ORGANISMO:

UNA FORTISSIMO STATO FISIOLOGICO DI DISIDRATAZIONE CRONICA

(che tra l’altro è la PRIMA CARATTERISTICA di TUTTI I PROCESSI DI INVECCHIAMENTO, non a caso gli stessi animali carnivori nonostante usino carne
CRUDA E BIOLOGICA
HANNO LA VITA MEDIA PIÙ CORTA IN ASSOLUTO TRA TUTTE LE SPECIE VIVENTI)

ma è uno STATO di DISIDRATAZIONE TALMENTE ACCENTUATO CHE i carnariani umani STESSI SONO DISPERATI in quanto SONO TOTALMENTE COSTRETTI IN MANIERA FREQUENTE AD ASSUMERE LIQUIDI, e quindi SONO IPER-COSTRETTI A BERE SPESSO SUCCHI di FRUTTA/LATTE/ADDIRITTURA SANGUE.

TUTTAVIA QUESTO STATO DI DISIDRATAZIONE È MOLTO PIÙ GRAVE DI QUANTO LORO STESSI SI ASPETTAVANO, INFATTI È UNA DISIDRATAZIONE CRONICA TALMENTE PROFONDA CHE IL LORO STESSO “CAPO MONDIALE” (sv3rige) dopo anni di esperimenti è arrivato alla conclusione che il carnarismo NON È ASSOLUTAMENTE ottimale per la salute, ma che l’OTTIMALE sarebbe
udite udite:

IL SANGUARISMO !!!!!!!

cioè come cibo usare SOLO SANGUE LIQUIDO PROPRIO come tentativo DISPERATO di sfuggire a questo stato di DISIDRATAZIONE CRONICA cui sono CONDANNATI.

(da ricordare anche che costui proprio DURANTE il suo carnarismo
È STATO RICOVERATO IN OSPEDALE PER GRAVI PROBLEMI DI SALUTE!!!!!!!!!!!!!
A CONFERMA DELLA ALTISSIMA TOSSICITÀ della carne,
oltre ad essere stato anche
RICOVERATO IN CLINICA PSICHIATRICA!!!!!!)

allora TUTTI QUESTI EFFETTI ESTREMAMENTE NEGATIVI PER LA SALUTE si sono verificati ovviamente anche in giampaolo, ma IL SUO STATO DI DISIDRATAZIONE È STATO TALMENTE VIOLENTO ED IMMEDIATO CHE GIÀ DAL SUO PRIMISSIMO GIORNO di carnarismo era LUI STESSO SORPRESO DI QUANTA SETE AVEVA, e per lui che ormai da fruttariano ODIAVA L’ACQUA È STATO UN VERO TRAUMA ESSERE IMPROVVISAMENTE COSTRETTO A BERE.

NON SOLO:

IL SUO STATO DI DISIDRATAZIONE CRONICA ERA TALMENTE GRAVE CHE HA DOVUTO INTRODURRE ANCHE ALTRI LIQUIDI CHE FINORA NON AVEVA MAI USATO, COME IL LIQUIDO DELLA NOCE DI COCCO (la parte solida, pur pagandola non poco, ERA COSTRETTO A BUTTARLA perchè rischiava una DISIDRATAZIONE ANCORA PEGGIORE)

NON SOLO:

TUTTAVIA LA CARNE È TALMENTE TOSSICA
CHE TUTTO CIÓ ANCORA NON BASTA PER COMPENSARE QUESTA DISIDRATAZIONE CRONICA
ALLORA HA DOVUTO INTRODURRE ADDIRITTURA UN ALTRO LIQUIDO MOLTO TOSSICO PER LA NOSTRA SPECIE:

IL LATTE DI MUCCA

ed infatti siccome è comunque MOLTO MENO tossico della carne dice che
“col latte mi sento un pò meglio”.

NON SOLO:

IL SUO STATO DI DISIDRATAZIONE CRONICA ERA
ED È TUTTORA!!!!!
TALMENTE GRAVE CHE ADESSO HA DOVUTO INTRODURRE
ANCHE

SUCCHI DI FRUTTA !!!!!!!!

MA ANCORA NON BASTA:
infatti SICCOME PER REIDRATARE MEGLIO CI VOGLIONO ANCHE LE FIBRE DELLA FRUTTA CHE STIMOLANO MAGGIORMENTE IL TESSUTO VILLICO ENTERICO ALL’INTRODUZIONE DELLA MOLECOLA DI ACQUA SOLVATATA DI SOLUTI ORGANICI ALLORA HA DOVUTO REINTRODURRE ANCHE (o in alternato)

FRUTTA A MORSI !!!!!!
(come FORTE PRETESA dell’organismo, visto che aveva cercato di toglierla passando a solo succhi ma L’ORGANISMO STESSO LO HA COSTRETTO a reinserirla).

NON SOLO:

LA CARNE È TALMENTE TOSSICA che
GLI AVEVA IN POCHI GIORNI COMPLETAMENTE DEVASTATO TUTTO IL SISTEMA DI TERMOREGOLAZIONE DELL’INTERO ORGANISMO PORTANDOLO SPESSO A DIRE CHE
COL CALDO AFOSO TROPICALE PERSINO DIURNO

SENTIVA FREDDO!!!!!!

da notare che percepire “freddo in ambiente caldo” è la classica sensazione di STATO PATOLOGICO TALMENTE PROFONDO da essere ADDIRITTURA LA STESSA SENSAZIONE CHE PROVA L’ORGANISMO IN FASE PRE-MORTEM, TIPICA DEGLI ULTIMI ATTIMI DI VITA (ovviamente poi come il fumo di sigaretta ti fa tossire solo le prime volte poi l’organismo può non mandare più il sintomo).

MA TUTTO QUESTO
STATO SALUTISTICO GENERALE
PROFONDAMENTE DISASTROSO NON BASTA:

come è TIPICO dei carnariani LA SUA INTERA FISIOLOGIA GENERALE ha cominciato
IMMEDIATAMENTE A PEGGIORARE
A TAL PUNTO CHE TUTTO IL SUO ORGANISMO EMANAVA IN MANIERA ASSOLUTAMENTE CONTINUATIVA

UN ODORE TALMENTE PUZZOLENTE DA DARE ADDIRITTURA LA NAUSEA!!!!!!!!

d’altronde non è un caso, sono gli STESSI carnariani CHE AMMETTONO NEI VIDEO CHE testualmente

“col carnarismo PUZZI COME UNA CAPRA”

non sapendo nemmeno che una capra, come NESSUN ALTRO ANIMALE che si nutre in modo adatto alla sua specie, NON PUZZA AFFATTO

e QUESTA È UNA ENNESIMA PROVA TANGIBILE E VERIFICABILE DA TUTTI

che il cosiddetto “carnarismo”
È SICURAMENTE IPER-TOSSICO.

infatti l’evento FISIOLOGICO di
EMANANAZIONE PUZZOLENTE
è una delle tante PROVE che la carne
in grossa parte
NON VIENE ASSOLUTAMENTE DIGERITA
PRODUCENDO di conseguenza con la PUTREFAZIONE anche
UNA QUANTITÀ ELEVATISSIMA DELLA IPER-PUZZOLENTE PUTRESCINA
(da PUTEO=PUZZARE).

ma tutto ciò sono SOLO degli esempi di
STATO SALUTISTICO GENERALE DISASTROSO,
vi risparmio la lista che ho fatto di
TUTTI gli ALTRI EFFETTI PROFONDAMENTE NEGATIVI.

riguardo gli altri due “casi” citati nel video di gabriele, ci ho parlato personalmente CON ENTRAMBI anche ORE ed è uscito SUBITO fuori che HANNO FATTO

ESATTAMENTE L’OPPOSTO !!!!!!!!!!!
della procedura 3M,

ad esempio uno ha usato come dice lui “TONNELLATE DI frutta GRASSA”, BARATTOLI INTERI DI OLIVE AL GIORNO PER ADDIRITTURA MOLTI MESI !!!!!!!!
E POI PER COMPENSARE È STATO COSTRETTO AD INTOSSICARSI EMORMEMENTE DI TOSSINE KILLER !!!!!!!
DA VERDURE PER ALTRI MESI,

e l’ALTRO ANCORA PEGGIO, HA SALTATO COMPLETAMENTE LA FONDAMENTALISSIMA FASE VEGAN-MDA !!!!!!
E POI “CONFONDEVA” PERSINO IL FRUTTARISMO COL VEGANISMO A TAL PUNTO CHE IN FASE “FRUTTARIANA” MANGIAVA ADDIRITTURA PANE e MARMELLATA, LATTE DI SOIA E TANTE ALTRE SCHIFEZZE !!!!!!
e TUTTO QUESTO per citare SOLO ALCUNI DEI TANTISSIMI GIGANTESCHI ERRORI CHE HANNO COMMESSO.

IN SINTESI dobbiamo quasi “ringraziare”
TUTTI E TRE I CASI CITATI in quanto costituiscono non solo

UNA DELLE PIÙ GRANDI CONFERME DI 3M

ma anche una ENNESIMA PROVA
che pure nel fruttarismo
SE ESCI FUORI DALLA PROCEDURA 3M
specialmente nel modo così GRANDE come hanno fatto loro si hanno ovviamente dei problemi,
certo mai problemi ENORMI come quelli che portano MILIONI di “onnivori” ADDIRITTURA IN OSPEDALE, ma pur sempre problemi.

questo post è ovviamente prima di tutto a VANTAGGIO di giampaolo stesso, aiutando a comprendere specialmente a lui tutta la situazione, e ne approfitto per salutarlo sperando che un giorno torni dei “nostri”.

daje raga, un abbraccio a todoss🌈

Mattarella dice che sul cambiamento climatico siamo a una crisi globale

“Siamo sull’orlo di una crisi climatica globale, per scongiurare la quale occorrono misure concordate a livello planetario. E’ il senso della sollecitazione sottoscritta, nell’autunno scorso, da alcuni Capi di Stato europei”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Belluno.

“Deve essere chiaro che il rapporto con la natura è fatto di rispetto degli equilibri dell’ecosistema, pur se l’umanità ha dimostrato una costante propensione a misurarsi quotidianamente con i limiti conosciuti” ha detto Mattarella, peraltro riconoscendo che “la civiltà montana ha saputo confrontarsi con questi limiti e svilupparsi per millenni, in una competizione quotidiana con condizioni di vita non facili, ben inserita in questo ambiente, senza stravolgerlo”.

Incendio boschivo
© Sputnik . Ministry of Emergency Situations

Il Capo dello Stato ha quindi raccomandato di coltivare insieme innovazione e sapienza antica: “Devono andare di pari passo due atteggiamenti. Anzitutto la costruzione di una attenta regia e di solidarietà internazionali, per affrontare quei comportamenti che contribuiscono a cambiamenti climatici dalle gravi conseguenze – ha detto -. Gli sforzi compiuti nelle diverse conferenze internazionali, che si sono succedute, hanno, sin qui, conseguito risultati significativi ma parziali e ancora insufficienti. In secondo luogo, sul terreno delle concrete pratiche da parte delle istituzioni locali e nazionali, vanno respinte decisamente – ha raccomandato Mattarella – tentazioni dirette a riproporre soluzioni già ampiamente sperimentate in passato con esito negativo, talvolta premessa per futuri disastri”.Il presidente della Repubblica ha infatti sottolineato che opere di contenimento e regimentazione, se non suffragate dall’apprendimento delle precedenti esperienze, talvolta ottengono risultati opposti a quelli prefissati, violando equilibri secolari da difendere. “Diversamente, rischiamo di ritrovarci altre volte a piangere vittime, frutto non della fatalità ma drammatica conseguenza di responsabilità umane.

L’amara e indimenticabile esperienza del Vajont ce lo insegna ogni momento”.

[FONTE]