QUESTA E’ DITTATURA! Robert De Niro obbligato a ritirare il film contro i vaccini ‘VAXXED’ dal Tribeca Film Festival

Robert De Niro è stato obbligato a ritirare il film documentario contro i vaccini “Vaxxed”. “Ho un figlio autistico e difendo la divulgazione del docu-film”…

Con sgomento, abbiamo appreso oggi la decisione del Tribeca Film Festival di ritirare dalla selezione ufficiale il documentario dossier “Vaxxed: dall’occultamento alla catastrofe“.

A nulla è servita la pubblica difesa del film da parte di Robert De Niro né una conversazione di un’ora tra De Niro e Bill Posey, il deputato che ha interagito direttamente e a lungo con l’informatore dei CDC (William Thompson) e il cui team ha esaminato i documenti che provano la frode al CDC.

Comprendiamo bene che alcune persone di un’organizzazione affiliata al festival hanno mosso accuse non specificate nei confronti del film. Accuse alle quali non abbiamo avuto alcuna possibilità di ribattere e/o contestare. Ci è stato negato un giusto processo.

Siamo stati testimoni di un ennesimo esempio del potere di interessi corporativi che censurano la libertà di parola, l’arte e la verità.

L’azione di Tribeca non riuscirà a negare al mondo l’accesso alla verità riportata dal documentario Vaxxed.

Siamo grati alle molte migliaia di persone che si sono già mobilitate in nostra difesa, tra cui medici, scienziati, educatori e tutta la comunità autistica.

Saremo pressanti nel perseguire e condividere i nostri piani in un futuro molto prossimo.

Andiamo avanti! E’ con questo comunicato stampa che il Dr. Andrew Wakefield [direttore] e Del Bigtree [produttore] rispondono all’ennesimo esempio del potere di interessi corporativi che censurano la libertà di parola, l’arte e la verità.

Così, il tanto atteso ed esplosivo documentario è stato improvvisamente ritirato dal Tribeca Film Festival di Robert De Niro, a seguito del pressante tentativo di censura condotta dai media sovvenzionati dalle industrie del farmaco e da una massa di lobbisti che gravitano intorno al settore farmaceutico.

Qui sotto potete vedere il trailer del film con sottotitoli in italiano:

Robert De Niro, co-fondatore del Tribeca Film Festival, ha un bambino autistico ed ha apertamente sostenuto gli sforzi di libertà di parola dei registi per creare “un’opportunità per la conversazione intorno al problema”. Ma il totalitarismo delle industrie del farmaco e dei media, che esigono obbedienza assoluta al dogma fraudolento che vuole i vaccini “sicuri ed efficaci“, proseguono a mostrare “tolleranza zero” per tutte le conversazioni che riguardano i danni vaccinali, ed hanno decretato, di fatto, la morte dell’intelligenza e della democrazia.

Questi “dittatori sanitari” chiedono la resa totale della popolazione alla storia ufficiale sui vaccini, senza la volontà di discutere una qualsiasi delle prove che documentano ampiamente un legame tra vaccini e autismo.

Ancor più incredibilmente, questi “dittatori sanitari” stanno facendo di tutto per assicurarsi che nessun altro possa vedersi garantito il diritto di vedere questo film, perché questo documentario potrebbe essere selvaggiamente pericoloso per l’intera industria dei vaccini.

Questi “dittatori sanitari” hanno intimidito e ridotto al silenzio Robert De Niro, al quale va comunque tutta la nostra stima per aver provato a ribellarsi nelle vesti di padrone di casa.

Tuttavia, come migliaia di anonimi genitori che combattono quotidianamente contro le ingiustizie che affliggono i loro figli resi autistici dall’uso indiscriminato delle vaccinazioni, anche De Niro ha dovuto scoprire sulla propria pelle che dichiarare di “non essere contrario alle vaccinazioni” non è sufficiente a placare l’azione totalitaria dei “dittatori sanitari delle vaccinazioni“.

La mera concessione di qualsiasi piattaforma pubblica per la divulgazione di questo esplosivo documentario è vista come un crimine agli occhi della fraudolenta industria dei vaccini, e di tutti i suoi fanatici ed arroganti sacerdoti.

Purtroppo se la Scienza [e lo scriviamo con l’iniziale maiuscola] in sé è immacolata, tutt’altro che tali sono alcuni dei suoi sacerdoti. Di sicuro, troppi. E sono proprio questi, blasfemi, simoniaci, prostituti, a riscuotere la maggiore attenzione e il maggiore credito a livello generale. Il motivo è semplice: sono funzionali ad un sistema in cui la Scienza non si serve ma la si usa. Anzi, la si violenta per i propri non certo nobili interessi.

In altre parole, la campagna intimidatoria a sostegno della vaccinazione ha fatto in modo che Robert De Niro, senza ombra di dubbio, venisse minacciato allo stesso modo in cui minacciano chiunque osa mettere in dubbio pubblicamente la verità sui vaccini.

Ricordiamoci Robert De Niro nella sua bellissima performance nel film “Risvegli“. Ieri era solo un film. Oggi non è un film: il totalitarismo sanitario ha superato l’immaginazione ed è diventato realtà.

Fonte: Autismo Vaccini

Tratto da: https://terrarealtime.blogspot.it/

La “Mafia della Sanità” vuol tenere nascosta la pericolosità dei vaccini per difendere gli interessi economici delle multinazionali che li fabbricano. Portiamo alla luce questa Verità, informiamoci e informiamo più persone possibili. Importanti informazioni riguardo i danni causati dalle vaccinazioni le trovate nell’eBook completamente gratuito che potete scaricare al link qui sotto:
LE VACCINAZIONI COSA FANNO?

LE VACCINAZIONI COSA FANNO? – Pericoli e danni causati dalle vaccinazioni
Quante cose non sappiamo sulle vaccinazioni e sui loro effetti collaterali? Quanti genitori avrebbero voluto conoscere le conseguenze delle vaccinazioni prima che i loro figli ne fossero danneggiati?
Le vaccinazioni infatti invalidano, distruggono l’immunità naturale, possono portare alla morte, creano le stesse malattie che si vogliono evitare ed altre nuove come effetto collaterale.
Le informazioni contenute in questo eBook permettono di fare una scelta più consapevole.

CLICCA QUI PER SCARICARE GRATUITAMENTE L’E-BOOK

/FONTE/

VACCINI: Reazioni avverse dal Belgio. Sindrome di Stevens-Johnson e CANCRO FULMINANTE con amputazione gamba!

Di seguito riportiamo due importantissime e inquietanti reazioni avverse ai vaccini dal Belgio.

ob_9c4e3d_syndrome-steven-johnson

Belgio. Bambina di 4 mesi a seguito del vaccino “infanrix hexa” (esavalente) ed “prevenar 13” (contro la meningite) sviluppa la sindrome di Stevens-Johnson che inizialmente dà sintomi simili a quelli dell’influenza e successivamente scatena dolorose e visibilissime eruzioni cutanee.

Facendo una banalissima ricerca, su un qualsiasi motore di ricerca, della “sindrome di Stevens-Johnson” viene riportato apertamente che trattasi di reazione avversa a farmaci o vaccini.

sindrome stevens johnson

Un’altra testimonianza di un’altra madre su facebook:

“Mia figlia si è trovata con un cancro fulminante al femore a seguito di un vaccino alla coscia che è rimasta gonfia e rossa. Dopo due mesi è stata amputata la gamba.

Inizialmente non abbiamo collegato il cancro al vaccino. Finché un’infermiera ci ha chiesto se avessimo fatto un vaccino poco prima.

[FONTE]

Sassari, mamma no vax: la bambina vaccinata con l’intervento dei carabinieri

L’esecuzione dei provvedimenti del giudice tutelare di Nuoro è stata comunque oggetto di una lunga trattativa con la donna

SASSARI. Una bimba di 4 anni residente in un paese in provincia di Sassari è stata vaccinata grazie all’intervento dei carabinieri e dell’ufficiale giudiziario. I militari hanno bussato a casa della mamma, contraria ai vaccini, per far rispettare una sentenza del Tribunale di Nuoro con cui, un anno fa, il giudice autorizzava il padre della bambina a «far effettuare le vaccinazioni obbligatorie anti morbillo, anti rosolia e anti parotite, come prescritte dal Decreto Legge 73/2017, e a porre in essere tutti gli adempimenti necessari per consentire alla minore di frequentare la scuola dell’infanzia». Una sentenza confermata dalla Corte d’appello di Sassari nel maggio del 2018, ma finora ignorata dalla mamma della piccola.

Dopo due provvedimenti del giudice tutelare del tribunale ordinario di Nuoro andati a vuoto, oggi 14 febbraio per costringere la donna al rispetto della sentenza di primo grado e quindi consentire alla bimba di avere le vaccinazioni obbligatorie, è stato necessario l’intervento dei militari della Compagnia di Bono.

I carabinieri si sono presentati con una donna in borghese che accompagnava l’ufficiale giudiziario, un pediatra, il papà e il suo legale, l’avvocato Gian Franco Salis. La donna è stata convinta dopo tre ore di trattativa e l’arrivo di un’altra pattuglia dei carabinieri.

Si è seduta in auto con la figlia e il nonno della bambina e hanno raggiunto il presidio sanitario di Bono. Qui, però, la donna si è chiusa in auto rifiutando di far uscire la bambina. Ha ceduto dopo un’altra mezzora di mediazioni, e la bambina ha finalmente potuto essere vaccinata.

[FONTE]

Intervento Dttssa Loretta Bolgan

“L’intervento della D.ssa Loretta Bolgan è stato una “lectio magistralis” ha dimostrato tutta la sua professionalità e competenza. Nei vaccini fatti esaminare da laboratori indipendenti per CORVELVA sono stati trovati, tra le altre cose ignobili, batteriofagi (virus che attaccano batteri per replicarsi), virus del “mollusco contagioso (enterovirus della stessa famiglia del vaiolo) in grado di indurre trasformazioni neoplastiche (tumori) e mutazioni genomiche nei riceventi; due retrovirus: quello responsabile della leucemia del topo e il retrovirus endogeno umano K. Insomma anche i parassiti intracellulari, proprio quelli trasmissibili in linea diretta attraverso la discendenza. Come se ciò non bastasse, sono stati rilevati numerosi costrutti molecolari sintetici derivanti dalla ricombinazione casuale fra gli antigeni, in grado di ricombinarsi con il DNA umano. Come giustificare inoltre la presenza nei vaccini esaminati dei virus dei lieviti e di quelli dell’anemia equina infettiva e della leucemia del topo? Di fronte ad accertamenti del genere esistono ancora dei soggetti che vogliono trattare questo gravissimo problema a livello politico? La magistratura fa finta di niente? L’AIFA, l”EMA, i medici e i pediatri non ci sentono?

Grazie a Corverla per l’immenso lavoro scientifico ben spiegato ora chi non vuole capire lo faccia pure ma quando si guarderà allo specchio si ricordi di tutti i bambini danneggiati da queste schifezze.” Cit.

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1498793373597744&id=1475811642562584