Io vero da Dio vero

Percorsi, traiettorie, rotte che ci conducono a sfiorare, incrociare, scontrare altri viaggiatori del “cammino della vita”.
Libertà è anche decidere di immolare le createsi inusitate, profonde, intense empatie, rinunciarvi pur nella consapevolezza della loro imprescindibilità nel nostro presente, ora! Libertà è decidere e decidere è vivere!
Nessun giudizio, ogni rotta tracciata è preziosa per condurci verso noi stessi, verso la consapevolezza e la realizzazione del Se. Avanti tutta quindi, con decisione e senza tentennamenti, in direzione ostinata e contraria all’essere visti, all’apparire, perché la certezza è che D’io Sono: sottrarsi alla piovra della superficialità è, per ognuno, il mio sincero augurio.
Sai ram, a prescindere… 🙂
Liberi da Circe, buona vita verso Itaca…. 😀
In Lak’ech ❤

“Cercando di sembrare ciò che non siamo, cessiamo di essere quel che siamo.”
Ernst Jùnger

“Amo le persone vere…quelle che dicono sempre la verità senza mezzi termini…
Quelle che se ne fregano se te la prendi, perché è molto più offensiva una menzogna di una brutta verità….”

Maria Luna Gitana

Liberi tutti, la magia dell’autonomia -G. Perricone

LIBERI TUTTI, LA MAGIA DELL’AUTONOMIA

Sembra che con il ventunesimo secolo, un po’ ovunque in Italia (e nel mondo), quella primordiale, entusiastica e impetuosa tendenza a ricercare il Vero che ha da sempre caratterizzato il cammino dell’homo sapiens su questo globo terracqueo si sia ridotta a tal punto da rischiare di estinguersi, lasciando il posto a un “pensiero non-pensiero”, nichilistico, ridotto e allo stesso tempo riduttivo, e spesso anche nullificante e vanificante i traguardi storicamente raggiunti, i quali avrebbero dovuto invece sostenere la prosecuzione della scalata uni-versale e quindi portarci ancor più al reale progresso animico, qualitativo, e non solamente allo sviluppo quantitativo, tecnologico. L’autore di questo libretto, con una serie concatenata di pensieri, alcuni sotto forma di aforismi, vorrebbe stimolare, solleticare soprattutto le menti e le coscienze delle nuove generazioni, in una modalità diversa da come non lo facciano ingombranti passatempi oramai preferiti come ad esempio Facebook, Youtube, e simili, e più in generale dalla loro stardardizzazione e da qualsivoglia programmazione; tentando altresì di provocare, fino a innescare propriamente condizioni, e poi situazioni di attivitá individuale, e poi relazionale alternative, preventive e quindi liberatorie, più dignitose e di sempre maggiore emancipazione .

https://www.youcanprint.it/filosofia-generale/liberi-tutti-la-magia-dellautonomia-9788827839713.html

Happiness is real only if shared

Viviamo in un’epoca che ha una forte tendenza solipsista.
Ci “vogliono” inculcare che la felicità sia da soli, dell’individuo e che per niente al mondo dipenda dagli altri.

Lo trovo, da sempre, profondamente falso.

Partendo dal presupposto che siamo creature sociali, a mio avviso la felicità vera è solo quella che otteniamo dalla connessione di noi stessi agli altri. Non solo amorosa, ma anche amicale, familiare.

Sul tema è davvero interessante il film “in to the wild”

A mio avviso illudersi di potersi bastare è un retaggio senza fondamento. Bisogna costruirsi al meglio, essere soddisfatti, avere una chiara immagine di se. Ma questo non porta la felicità. La felicità arriva nel momento in cui tutto questo lo doniamo a qualcuno, e quel qualcuno ci fa dono del proprio se.

Come dice Hegel, la nostra identità si rivela nel confronto con l’altro. Non esiste neanche identità senza confronto.

-Nazareno Rovella-

<<la felicità esiste solo se condivisa>>

Amore

“Immagino che il motivo per cui
i nostri nonni duravano 50 anni insieme,
era perché non avevano 3,573 persone.
A propria disposizione come “seguaci”
Dando pareri, consigli e messaggi privati.

Tentandoli.

Perché sappiamo tutti che sarà più perfetta.
Che tu abbia già un partner,
ci sarà sempre un follower,
Qualcuno che sembra o si vede meglio
di “quello che hai”.

Oggi, quando una relazione ha
problemi semplicemente ci consoliamo
Con il fatto che abbiamo “più opzioni”
e più persone a cui piacciamo.
Avendo questo falso senso di sicurezza.
Crediamo di “Piacere a molti”.

Nessuno combatte più per conservare
qualcosa !
E’ tutto sostituito.

Quante volte diciamo: “che mi fotte cazzo, cerco un’altra.”

Ci sono studi che indicano che
Una relazione seria di questi tempi
a causa del cattivo uso della tecnologia e
delle informazioni, ha una durata massima di soli 2-3 anni.

Perché sappiamo quanto sia facile e
normale SOSTITUIRE.

Senza capire che AMARE è l’unica cosa per cui vale realmente la pena vivere”

Cit. Amore